BERETTA P. G.V.T. (BS) – S1


MARCA: Pietro Beretta G.V.T. Italia
MATRICOLA: 4558  – Mod.: S1 Caccia
CALIBRO: 12  (18,4) (18,4)
LUNGHEZZA CANNE: cm. 72 – Kg. 1,370
STROZZATURA 1° CANNA: 5/10 (17,9)
STROZZATURA 2° CANNA: 10/10 (17,4)
CAMERA SCOPPIO: mm. 70
LUNGHEZZA CALCIO: cm. 36 Dx,
PESO: Kg. 3,135
ANNO FABBRICAZIONE: 1941
NOTE PARTICOLARI: Canne monobloc, bindella piana zigrinata, acciarini a catenella, estrattori ad estensione, bigrillo. Incisione a bordino, calcio inglese grado 3 finito lucido.

Nel 1935 la Beretta presentò l’S1, primo modello di una serie di sovrapposti che avranno successo mondiale.

Il fucile è ben disegnato, ha ottime canne e una chiusura a tutta prova; le pareti sagomate della bascula contrastano i ramponi, sostituibili, posti laterali ed un catenaccio trasversale serra le mensole sporgenti dalla culatta della canna superiore.

Gli acciarini del 1935, detti a catenella, sono stati sostituiti nel 1959 da quelli a “9 perni”. Questo miglioramento riguarda anche l‘S2 e l’S3.


22 Risposte

  1. Mik ha detto:

    Buonasera signor Remo, c’è qualcosa che non mi torna, il mio S3 matricola 2033 risulta venduto (detto da beretta signor Oropesa) il 6 agosto 34 armeria Palleni ?

  2. Aky0131 ha detto:

    Buona sera Sig.Remo,esaustiva la foto da Lei postata.Unica differenza rispetto al mio è che gli acciarini laterali sono fermati non solo da una vite (anteriormente) ma da vite e controvite.Se nella sua documentazione riuscisse a reperire a chi è stato venduto il mio S3,le sarei molto grato.La ringrazio anticipatamente

  3. Remo ha detto:

    Buonasera sig.Antonio,
    il fucile in suo possesso è un S3 venduto all’armeria Rayneri il 11/06/1934

  4. Remo ha detto:

    Buonasera a tutti,
    leggendo i commenti mi è venuto in mente che avevo una foto abbastanza esplicativa del meccanismo di cui si accenno.
    un saluto,
    Remo

  5. Aky0131 ha detto:

    Foto multipla stessa matrivola su guardamano ed interno cartelle.

  6. Aky0131 ha detto:

    Faccio seguito al precedente posto del 12 febbraio con una riflessione statistica.anno 1934 si parte con la matricola 2000(credo),nel 1941 matricola 4558,nel 1946 (S1 di mia proprietà) 53….Quindi 3300 fucili in 12 anni considerato il periodo bellico ed il prezzo un risultato niente male a dimostrazione che la serie S ha avuto un notevole successo dalla nascita.Piccola divagazione sui primi del 1934 e forse a seguire,la bascula veniva ricavata dall acciaio dei cannoni austriaci preda bellica. (Fonte libro sopra menzionato Lupi).

  7. Aky0131 ha detto:

    Grazie per la sua gradita risposta.Restiamo entrambi in attesa di eventuali altre indicazioni che il Sig.Steni potrà raccogliere. Il mio S3 è stato costruito come da punzonatura nel 1934.Nel libro “il magnifico S….” di Gianoalberto Lupi ,non si fa alcuna menzione sulla tipologia di estrattori 1934 e posteriori.Buona serata !

  8. mik ha detto:

    Sky post una foto della matricola, mi viene un dubbio sul n. 2

  9. Mik ha detto:

    Buonasera signor Achille, con un po’ di ritardo leggo il suo quesito, da quanto mi e stato riferito dalla beretta, il suo S3 identico al mio, prima serie brevetto 35, risulta il 213 costruito, tenga presente che all’epoca i numeri matricolari erano progressivi per tutti e tre i modelli che costruivano, S1, S2, S3 pertanto capire la progressiva matricolare, del vostro S3 bisogna sottrarre gli S1 e S2 cosa che solo beretta può fare.
    La cosa che mi intriga e vedere che gli estrattori sono costituiti da quel sistema prototipo successivamente abbandonato, pertanto e qui deve entrare in campo il signor Steni che saluto con affetto, in quanto lui pensava che erano stati costruiti pochissimi esemplari da contarli sulle dita, a quanto sembra forse qualcuno in più, probabilmente anche nel 1935?

  10. Aky0131 ha detto:

    Chiave di apertura

  11. Aky0131 ha detto:

    Bascula lato destro

  12. Aky0131 ha detto:

    Sistema di estrazione ante 1935

  13. Aky0131 ha detto:

    Grazie per la risposta .comunque aky sta per ACHILLE e 0131 è il prefisso telefonico della provincia ove ridiedo (AL).allego foto della bascula dal davanti

  14. steni ha detto:

    Buonasera utente dal nome difficile.
    Credo che la persona più adatta a risolvere il suo quesito, sia Mik.
    Sono certo che quando leggerà il suo post, risponderà.
    Le chiedo cortesemente di pubblicare un paio di foto, in particolare la bascula dal davanti.
    A presto.
    Steni

  15. Aky0131 ha detto:

    Sono stato incuriosito dalla nota scritta da “Mik” sui numeri di matricola .Posseggo anch io un S3 costruito nel 1934 con coroncina in oro sulla chiave e sistema di estrazione come raffigurato ante 1935.la perplessità nasce dalla matricola superiore rispetto a quelle indicate2213
    e da una telefonata intercorsa con museo Berretta mi si diceva essere il n 7 costruito.Avete qualche informazione in più?grazie in anticipo per eventuali risposte

  16. Mik ha detto:

    Buonasera Antonio, dai qualche dettaglio in più.

  17. antonio ha detto:

    buongiorno
    ho per caso letto
    ho un beretta corona d oro matr 2020
    vorrei capire di più
    antonio

  18. steni ha detto:

    Grazie Gaetano, il merito va a Mik che con buona capacità ha smontato le parti del suo S3 in modo che si potesse trarne le conclusioni.

  19. Gaetano ha detto:

    Bella e chiara spiegazione Steni . Grazie

  20. steni ha detto:

    Buongiorno Mik, dopo aver visto le tue ultime foto e cercato in più testi tracce del sistema di eiezione montato sul tuo S3 Beretta, ti confermo che è stato montato su pochi esemplari di S2 e S3, circa 25 e tutti nell’anno 1934.
    Nel 1935 cominciò la produzione con il sistema di eiezione definitivo, usato ancora oggi.
    Ora, dopo i nostri piacevoli contatti via e-mail e telefonici, ho la certezza che tu sia a conoscenza del funzionamento, ma, posto comunque alcune foto del tuo S3 con tracciati i movimenti atti allo scopo dell’armamento e eiezione.
    Appena pubblicheremo sul sito un nostro S3 “a catenella” del 1935, il quale monta il sistema definitivo, pubblicheremo anche le tue foto a spiegazione della diversità del sistema.
    Clicca nei link qui sotto per vedere le immagini.
    Un caro saluto Steni.Paolo e Piero.
    https://www.steniron.com/wp-content/uploads/2020/05/01-Sistema-di-armamento.jpg
    https://www.steniron.com/wp-content/uploads/2020/05/02-Acciarino-a-catenella.jpg
    https://www.steniron.com/wp-content/uploads/2020/05/03-Bascula.jpg
    https://www.steniron.com/wp-content/uploads/2020/05/04-Eiettore_estrattore.jpg

  21. steni ha detto:

    Buongiorno Mik, il sistema di espulsione/estrazione montato sul tuo S3 e pochi altri della serie S, è molto raro; è stato poi sostituito con il più semplice sistema ancora in uso su tutti i modelli dei sovrapposti Beretta.

  22. Mik Foiano ha detto:

    Spett.le Steniron, nel guardare le pregevoli armi da voi postate in particolare S1, osservo una forte similitudine con un sovrapposto Beretta S3 in mio possesso, trovo identici gli acciarini, ma noto una completa differenza in merito agli estrattori, a questo proposito se di Vs gradimento vorrei avere qualche delucidazione sul sistema di estrattori usati nel primi sovrapposti della serie S.
    Preciso che l’arma in oggetto ha la matricola 2033 e da quanto riportato dalla Beretta risulta l’8 costruito di S3 in quanto gli altri risultano avere le seguenti n. di matricola 2003-2019-2020-2024-2025-2026-2032-2033 venduto all’armeria Palleni il 6-8-34 , precisato questo allego delle foto degli estrattori, ed aspetto fiducioso un Vostro interessamento.

    Link Foto 1
    Link Foto 2
    Link Foto 3
    Link Foto 4

La tua opinione su questa arma

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

The maximum upload file size: 300 MB. You can upload: image, audio, video, document, spreadsheet, interactive, text, archive, code, other. Links to YouTube, Facebook, Twitter and other services inserted in the comment text will be automatically embedded. Drop file here