Forum

Notifications
Clear all

a proposito del monogrillo  

  RSS

alfredo
(@alfredo)
New Member
Registrato: 4 anni fa
Post: 1
30/07/2016 2:07 pm  

salve,
        qualche giorno fa ci eravamo sentiti a proposito di quel monogrillo "brevetto GP" che anche io mi sono ritrovato sotto la doppietta VARINI da tiro...e allora la dico tutta!
        ho una certa età ormai e sono nato e cresciuto in una officina dove mio padre costruiva biciclette. là dentro gli argomenti di discussione erano i soliti: donne, motori, buon vino e schioppi! oltre, ovviamente, mettere a punto segrete e sicure strategie per la conquista del mondo.
        da pochi anni, grazie ad un vecchio amico che non ha mai smesso, ho ricominciato a sparacchiare pure io.
perciò ho ritirato fuori tutta la ferraglia e come se il tempo non fosse mai passato, come da ragazzo mi ritrovo di nuovo a smontare,pulire e inseguire i sogni di un giovane squattrinato con mille voglie. e la madre di tutte le voglie era una doppietta a cani esterni, estrattori automatici con la bindella larga e sospesa, sembrava su mille ponti,e quel MONOGRILLO che sembrava la coda dorata di un castoro...già, CASTORE, di Abbiatico e Salvinelli, scopro dopo tanti anni.
        magari, chissà, un giorno arriveranno le risorse per togliersi dalla testa questo sfizio. intanto di nuovo giù a sognare e giocare. e il gioco è questo: si prende una vecchia a cani e si prova per prima cosa, ad infilargli dentro un monogrillo. e la domanda sorge spontanea: come, quale, di farselo fare non se ne parla nemmeno punto e basta, quindi bisogna prima studiare, capire cercare...e così sono sbarcato su questo sito, che il Signore ve ne renda merito! forse ho trovato quartiere per i miei sogni...
        dimenticavo, finita l'università per far riposare in pace il mio vecchio, ho scelto di continuare a guadagnare la mia minestra come faceva lui, in officina, a costruire biciclette all'inizio e poi tutto quello che mi veniva offerto.
      mio padre diceva che prima di imparare ad usare cucchiaio e forchetta noi figli dovevamo imparare a tenere la lima in mano...
OK, scusate le chiacchiere e, vi prego, qualunque foto di un monogrillo che alza le stanghette degli acciarini in questo momento è per me oro colato.
      grazie e un saluto cordialissimo.


Quota
paoloteba
(@paoloteba)
Illustrious Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 27
31/07/2016 1:55 pm  

Confratello Alfredo, il Signore renda merito a te. Ci siamo rispecchiati nelle tue parole che evocano l’odore del ferro e del grasso da armi. Il mio primo incontro con un Mauser, residuato bellico, è vivido nella memoria come fosse stato ieri e, invece, sono passati quasi sessant'anni. E smonta quello, indaga questo, qualche malestro dovuto alla felice inesperienza; non c’erano, allora, le riviste specializzate e tutto veniva appreso operando in ‘corpore vilì ‘. Poi, cresciuto e rinsavito, la scoperta della doppietta, il fucile ‘bello’ che deve aprire morbido e chiudere saldo, un paradosso meccanico. Tutto questo, detto per chiarire il senso del termine ‘confratello’;  me lo sono permesso, assieme al ‘tu’, perché so che mi comprendi e noi capiamo benissimo i tuoi sogni.
Per quanto riguarda il monogrillo, sai già quale sarà la doppietta da modificare? Quanto spazio c’è dietro le tavole dei grilletti, una volta accorciate se necessario? Come lavorano chiave e catenaccio? Quello di Peli, che già conosci, ha bisogno di 15-20 mm.(ad occhio! perdona). Steni ne ha constatato il buon funzionamento. Quello della foto allegata è meccanico e occupa poco posto ma richiede il contatto con il movimento del catenaccio. (mando al tuo indirizzo mail disegni dettagliati e chiarimenti).
Per favore, qualche ragguaglio in più; al ritorno da una vacanza di qualche giorno cercheremo qualcosa di adattabile, magari da (spero) fotografare.
Cordialmente.


RispondiQuota
Share: